Cuoredichina - Cuoredichina

Cuoredichina di Marco Lupoi

RSS Feed

Papi boom


star papi
Inserito originariamente da Tunguska.RDM

Non voglio infierire sulla questione Berlusconi-Lario-divorzio etc (il mio unico commento è stato che magari Silvio ne approfitterà per accorciare le tempistiche del divorzio da 3 anni a 3 mesi, beneficiando non solo se stesso ma tutta la società).

La cosa che più mi ha colpito nella confessione-sproloquio di Berlusconi a Porta a Porta, che in qualsiasi altro paese civile sarebbe inammissibile, è stata questa ricostruzione della famosa partecipazione alla festa di compleanno della sua giovane fan. "Avevo un'ora libera, sono andato alla festa di compleanno della figlia di una persona che conoscevo, che mi voleva parlare di due proposte di candidati"

L'idea incredibile è che un uomo come Berlusconi possa avere "un'ora libera". Parlo per me, che sono solo un normale lavoratore con una vita personale "standard": trovare "an hour to kill", un'ora da ammazzare, è un evento. Come può il primo ministro avere un "buco" nella sua scaletta… E SOPRATTUTTO ANDARLO A RIEMPIRE IN UNA FESTA DI COMPLEANNO DI UNA DICIOTTENNE.
A Napoli non ci sono ospedali da visitare, siti per i rifiuti da andare a vedere, magistrati che lottano contro la camorra da andare ad incoraggiare, lavoratori in cassa integrazione che hanno bisogno di risposte? E se proprio non si poteva fare nulla di tutto questo, non ci sono chiamate da fare, collaboratori da sentire? Con un paese messo come questo, un'ora del primo ministro andrebbe dedicata alla collettività, non al compleanno di una bionda diciottenne, di nome Noemi, simbolo di un'Italia superficiale, asservita al potere, acritica, e purtroppo, per ora, forse per generazioni a venire, assolutamente dominante.

Commenti

Ma quello che e' davvero _allucinante_ e' come questo venga accettato come normale da una larga fetta di italiani. C'e' in atto, da anni, una sistematica lobotomia del popolo italiano, e non si vede la luce in fondo al tunnel. E' questo che fa piu' rabbia, assieme alle macerie che "Papi" si lascera' dietro una volta finito...
Pur essendo d'accordo sulla tua idea di base della vicenda, mi sento di dissentire sul fatto che un uomo di rappresentanza debba per forza occupare un'ora libera con un impegno istituzionale, ovvero che debba annullare ogni ambito privato per privilegiare la res publica. Premesso questo, trovo vergognoso che l'italiano medio non riesca a comprendere che già il mero dubitare dell'integrità morale del Presidente del Consiglio/Papi sia un indizio dello sfascio in cui siamo immersi. Ma si sa anche che, quando si domanda in giro, nessuno ha votato per lui... Mi fermo qui.